nuova partnership con i belgi di Grootmoeders

Si rinnova il tradizionale appuntamento biennale con il Patrocinio fra i Musei Europei del Caffè. Ad esserne coinvolta una pregevole raccolta ubicata nella Repubblica del Belgio. Si tratta di Grootmoeders Koffie – Café Grand-Mère, realtà artigianale della famiglia Hanssens nella città di Gullegem.

L’origine dell’azienda risale al 1935 per volere del capostipite Nestor e sviluppata dal figlio che ha passato la mano al primogenito. L’attività è seguita dalla famiglia Hanssens, la coppia Patrick e Vinciane appoggiati dalla quarta generazione.

Da alcuni anni è stata allestita una significativa rassegna di oggettistica attraverso un museo (Koffiemuseum) particolarmente curato, che assomma a un rilevante numero di pezzi tipici usati nell’area fiamminga e non solo.

L’Associazione Museo del Caffè di Trieste (aMDC) promuove i parternariati europei del caffè. A esserne coinvolte realtà operanti nel Vecchio continente. Il Belgio sarà l’ottavo Paese del Vecchio continente ad essere collegato sotto il titolo di Partnership fra Musei Europei del caffè. Prima del Belgio è stata a volta della Germania, nel 2004, poi di biennio in biennio, Svizzera, Austria, Francia, Ungheria, Olanda, Cipro.

A promuovere la rete culturale, il Museo del Caffè di Trieste, ora appoggiato dal Sodalizio che ne prende il nome. L’iniziativa trova un appoggio da parte di apicali istituzioni nazionali che offrono il loro autorevole Patrocinio: Prefettura di Trieste, Consiglio Regione Friuli Venezia Giulia, Autorità di Sistema Portuale Adriatico Nord-Orientale, Consolato onorario del Belgio e di realtà operanti sul territorio quali Associazione Caffè Trieste, Alliance Française, FIPE, Banca Mediolanum, Tipicamente triestino, Il Ponte, Bioest, La Grafica Villa, oltrecchè, naturalmente il supporto logistico della grande rassegna fieristica TriestEspresso Expo.